x

Registrati

Nome

Cognome

E-mail

Password

La registrazione al sito è gratuita, non comporta nessun vincolo e dà la possibilità di accedere ai servizi online. Registrandosi si dichiara di aver letto e accettato l'informativa sulla privacy.

x

Login

E-Mail

Password

facebook login
struttura

Il Forum

Il Forum di Agenda 21 Locale di Terracina è stato istituito con delibera di C.C. n. 80 del 14 novembre 2005, che ne ha approvato anche il regolamento (quest'ultimo adeguato con deliberazione di C.C. n. 76/XI del 1 giugno 2007). Esso è lo strumento fondamentale per garantire la corretta attuazione del processo per lo sviluppo sostenibile della città e del territorio comunale. Il Forum dei cittadini, infatti, è l'organismo di partecipazione che prevede il coinvolgimento diretto degli attori locali nel percorso di elaborazione e di realizzazione del Piano d'Azione Locale di Terracina e della sua progressiva esecuzione. Il Forum ha il compito di promuovere ed attuare una riflessione sul futuro sostenibile della città, la condivisione delle problematiche ambientali, sociali ed economiche significative per il territorio, nella loro considerazione integrata, e la concertazione di obiettivi di sviluppo sostenibili comuni. La partecipazione al Forum presuppone un'adesione volontaria, formale e gratuita, tramite la sottoscrizione del Modulo di Adesione. Il Forum è un organo d'indirizzo, di consultazione, di proposta e di controllo ed è sede della discussione e del confronto tra attori sociali, economici ed istituzionali del territorio comunale. Al Forum aderiscono i rappresentanti delle organizzazioni maggiormente attive nella tutela degli interessi diffusi della comunità locale in accordo con il principio di partecipazione dell'Agenda 21: associazioni di categoria, ordini professionali, imprese, sindacati, associazioni di volontariato ed ambientaliste, scuole, cittadini ed altri soggetti che agiscono sul territorio.

Il Forum per l'Agenda 21 del Comune di Terracina è strutturato come segue:

  • Presidente
    Venceslao Grossi
  • Assemblea Plenaria
  • Gruppi di lavoro

I Tavoli di lavoro

Il Forum opera attraverso gruppi di lavoro tematici che hanno il compito di approfondire aspetti e temi particolari attraverso quattro tavoli specifici:

  • Tavolo A – ambiente e biodiversità: risorse naturali, acque, suolo e sottosuolo, aree protette e biodiversità, aree agricole, tutela del paesaggio;
    Coordinatore: Gabriele Subiaco
  • Tavolo B – gestione del territorio: struttura urbana, mobilità e trasporti, acqua, aria e rumore;
    Coordinatore: Carmine Di Capua e Stefano Del Monte
  • Tavolo C – lavoro, produzione e consumi sostenibili: formazione e lavoro, produzione e commercio, pesca, consumi sostenibili (eco-acquisti, green procurement), turismo, energia, rifiuti;
    Coordinatore: Lucia Berti
  • Tavolo D – cultura, società, equità sociale e salute: prevenzione ed educazione alla salute, relazioni sociali e solidarietà, discipline sportive, tradizioni, identità e patrimonio storico, culturale e territoriale, politiche dei tempi e stili di vita.
    Coordinatore: Alessio Fiorini

Il Piano d'Azione

A seguito delle criticità locali in materia ambientale, sociale ed economica, emerse dal Rapporto sullo Stato dell'Ambiente, è stato elaborato il Piano di Azione Locale del Comune di Terracina, contenente, in forma integrata, gli obiettivi di miglioramento e le azioni necessarie al loro raggiungimento. Il Piano è un riferimento costante dell'attività comunale, utile ad orientare le politiche e la programmazione tecnica-amministrativa verso l'attuazione della strategia dello sviluppo sostenibile.

I nostri impegni

La Carta di Aalborg, a cui aderisce il Comune di Terracina, ha indicato i dieci fondamentali impegni a cui riferirsi per dare maggiore incisività alle azioni di sostenibilità locale e per fornire nuovi impulsi al processo dell'Agenda 21 Locale.

  • Governance: ci impegniamo a rafforzare i nostri processi decisionali tramite una migliore democrazia partecipativa.
  • Gestione locale per la sostenibilità: ci impegniamo a mettere in atto cicli di gestione efficienti, dalla loro formulazione alla loro implementazione e valutazione.
  • Risorse naturali comuni: ci impegniamo ad assumerci la piena responsabilità per la protezione, la conservazione e la disponibilità per tutti delle risorse naturali comuni.
  • Consumo responsabile e stili di vita: ci impegniamo ad adottare e a incentivare un uso prudente ed efficiente delle risorse, incoraggiando un consumo e una produzione sostenibili.
  • Pianificazione e progettazione urbana: ci impegniamo a svolgere un ruolo strategico nella pianificazione e progettazione urbane, affrontando problematiche ambientali, sociali, economiche, sanitarie e culturali per il beneficio di tutti.
  • Migliore mobilità, meno traffico: riconosciamo l'interdipendenza di trasporti, salute e ambiente e ci impegniamo a promuovere scelte di mobilità sostenibili.
  • Azione locale per la salute: ci impegniamo a proteggere e a promuovere la salute e il benessere dei nostri cittadini.
  • Economia locale sostenibile: ci impegniamo a creare e ad assicurare una vivace economia locale, che promuova l'occupazione senza danneggiare l'ambiente.
  • Equità e giustizia sociale: ci impegniamo a costruire comunità solidali e aperte a tutti.
  • Da locale a globale:: ci impegniamo a farci carico delle nostre responsabilità per conseguire pace, giustizia, equità, sviluppo sostenibile e protezione del clima per tutto il pianeta.

Le nostre priorità

Il Piano d'Azione Locale ha indicato 30 azioni di intervento principali. Da queste sono state tratte le priorità attraverso le quali il Forum svolge la sua attività:

  • Una città pulita: piano d'azione per la gestione sostenibile del ciclo dei rifiuti. Piano d'azione per la tutela e la gestione integrata delle risorse idriche, per il risanamento igienico-ambientale e per l'eliminazione dell'inquinamento marino.
  • Una città verde: piano d'azione per la tutela, la valorizzazione, lo sviluppo e la gestione del verde pubblico urbano e territoriale, delle aree protette e del paesaggio della città.
  • Una città vivibile: piano d'azione per la mobilità urbana sostenibile. Piano d'azione per l'energia sostenibile e l'utilizzo delle fonti rinnovabili. Piano d'azione per l'eliminazione dell'inquinamento elettromagnetico, acustico e luminoso. Piano d'azione per la certificazione ambientale.
  • Una città ordinata: piano d'azione per la progettazione urbana, urbanistico-territoriale e paesaggistica sostenibile, affrontando, in forma integrata, problematiche ambientali, sociali, economiche, sanitarie e culturali per il beneficio di tutti.
  • Una città d'arte: piano d'azione per la tutela, la promozione, la valorizzazione e la gestione dei beni culturali e per lo sviluppo del sistema integrato delle strutture, degli spazi, dei servizi e delle attività per la cultura.
  • Una città turistica sostenibile: piano d'azione per lo sviluppo del turismo sostenibile (naturalistico, culturale, sociale, convegnistico, enogastronomico, scolastico, religioso ecc.). Piano d'azione per promuovere e sostenere la commercializzazione dei prodotti locali di qualità. Piano d'azione per sostenere lo sviluppo di nuove attività e promuovere l'occupazione senza danneggiare l'ambiente (gremì economi).
  • Una città partecipata: piano d'azione per lo sviluppo degli istituti di partecipazione e della sussidiarietà. Piano d'azione per migliorare la sicurezza e l'equo accesso ai servizi pubblici, all'educazione, all'occupazione, alla formazione professionale e all'informazione. Piano d'azione per incoraggiare l'inclusione sociale e le pari opportunità, assicurare l'integrazione sociale e le misure per prevenire e alleviare la povertà.

rss